– poesia –

Il mio cuore va a gettoni
puzza di chiuso
e quando si alza il vento
gli infissi mormorano e accusano

Con la voce dei persi
di chi non amo più
di chi mi è morto dentro
tra schegge polverose

E ancora risuonate
in queste quattro mura strette
io non vi dimentico
io vi disprezzo
ma vi compro ogni giorno

 

 

testo e foto di Marcello Piu

Rispondi

Related Post

La fiducia dell’anima danzante

Le cose stanno cambiando e anche rapidamente; mi sembra di essere stata catapultata in una realtà del tutto estranea e differente da quella che ho sempre avuto davanti agli occhi.

ATTI UNICI CON INTERVALLO – PARTE VII

Godot. Una vita ad aspettare. È una domenica pomeriggio come tante, sono a casa dei miei genitori. Piove, ed io mi metto ad ascoltare i loro vecchi dischi. Alcuni me

IL TOPO WINNIE

C’era una volta, tanto tempo fa, una bimba di nome Penny. Viveva assieme ai nonni in un casolare circondato da un prato che, in estate, complici le spighe mature agitate