Tenerezza

ispirata alle poesie

Confidare di Antonia Pozzi

Ho tanta fede in te che durerà di Eugenio Montale

 

Ho tanta fede in te

sono i versi che vorrei leggerti,

ma tu sai che non posso

sai che manco

del senso cieco del vuoto

che per me è abbastanza

sederti a fianco,

e anche meno mi basta:

sul vociare di un pranzo

allacciare un istante i tuoi occhi

non giusti

non bianchi o neri

i tuoi occhi veri.

Vorrei dirti la tenerezza che provo.

Ci provo.

È lo stupore ingenuo

davanti al presepio meccanico

l’ombra larga del fico

il poco-tanto che ti dico

che ti ricordo per quando sei solo

sii gentile

ci possiamo riuscire”.

 

Pagina Facebook: Andrée

 

 

di Eugenia Nardona

 

photo: Selma Neudert

Rispondi

Related Post

Sulla strada della bellezza

(ascoltanto Simon & Garfunkel: El Condor Pasa inserita nella colonna sonora del film Wild)   All’alba il sole riscalda poco e davanti ci sono troppe miglia da percorrere. Il fiume

A volte

Poesia A volte tratta dal libro Prima bagno le piante (donne perseveranti con altri tempi dentro) Edizioni IsoleAsole Collana unapiazzaemezza   A volte non so accettare com’è, vorrei guarire ed

Le salutari tentazioni dei narratori in erba

RUBRICA ANIMA DI CARTA: Le salutari tentazioni dei narratori in erba   Più passa il tempo più mi convinco che non esistono ricette preconfezionate per chi scrive narrativa. Raccontare una