Ritratto

Le case viste da lontano

sembrano draghi o catene

montuose – e tu

da lontano

sembri un pilastro

di pugnali d’acqua:

non ti guasta

una carezza, ma ti salva,

sei un aereo

che decolla quando dormi,

un reticolo di desideri satelliti

si alterna nel palcoscenico

dei tuoi occhi

e ti si spegne addosso la paura

come un astro dentro ai buchi neri.

Hai il peso

specifico di una farfalla

e le gambe greche

di un tempio in pietra.

 

 

di Eva Luna Mascolino

 

 

photo di Ketty D’Amico

Rispondi

Related Post

Ho 12 anni

Non ho più voglia di ascoltare, hai tutte le ragioni del mondo. Sono stanca. Voglio uscire, sentire il sole, voglio passeggiare con le mani nelle tasche, voglio guardare con gli

Un mazzolin di fiori­­

Il sole sorge e mi sv­­eglia. Odio tirar giù­ le p­ersiane fino in ­fond­o prima di andare a d­ormire, perché mi sem­b­ra di soffocare. In­ più, po­i, mi piace ­essere

Favola Natalizia

  Era la notte di Natale e Lancaster non riusciva a prendere sonno. Per questo, dopo aver sciolto i capelli al passato, si era messo davanti alla finestra a contemplare