Editoriale

received_1674330136218006

 

È arrivato settembre.

Per molti è il vero capodanno. Si ricomincia il lavoro, la scuola e la vita ordinaria ed ordinata di sempre.

Un po capodanno lo è anche per noi. Ma per motivi differenti.

Dopo l’uscita del numero pilota, sotto gli occhi avete il numero 1 di questo progetto a cui abbiamo dato nome “Vingt Deux Pensèes”. Non sappiamo dove ci porterà, ma sappiamo perché lo abbiamo fortemente voluto.

Probabilmente non arriveremo a Brema, come i musicanti della fiaba con la cui parabola abbiamo aperto la precedente uscita di questo numero.

In fondo non importa la meta, ma ciò che conta è il viaggio.

E noi il viaggio lo vogliamo condividere con quante più persone riusciamo.

Persone che non fanno questo di mestiere hanno deciso di mettere a nudo le proprie opinioni, le proprie riflessioni, lo fanno e lo vogliono fare per confrontarsi, mettersi in discussione e attraverso questo migliorarsi.

E lo vogliono fare divertendosi, dando strada alle proprie passioni, che sia quella di scrivere, che sia la fotografia, gli animali, la politica, la cucina, l’amore per l’ambiente che ci circonda.

Questo in una società abituata ad esprimersi ma probabilmente molto poco ad ascoltarsi.

E in queste pagine vogliamo canalizzare questi bisogni di espressione ed ascolto che separati l’uno dall’altro perdono tutto il loro potere e la loro bellezza.

Per questo cerchiamo di racchiudere i nostri pensieri in questa rivista, che attraverso le nuove tecnologie vuole lasciare una traccia del lavoro che produce l’essere appassionati, e non lasciar in solitudine la meraviglia che ognuno delle persone che ha abbracciato questa idea porta dentro di se.

Benvenuti a noi

www.vingtdeuxpensees.eu

0 thoughts on “Editoriale”

  1. Independence ha detto:

    Awesome premium vector frb#eies&e8230;New FREE VECTORS on Designious. Com. These are samples from our latest releases : Floral Mega pack 3, tech shapes, tribal and the t-shirt is made with the Japanese art vector packs which we believe are absolutely amazing….

Rispondi

Related Post

Le recite di Natale

ATTI UNICI CON INTERVALLO V Parte – Le recite di Natale   La prima volta che mi ritrovai a calcare un palcoscenico, davanti ad un centinaio di persone che mi

Il treno

“ Dammi una mano”, gli disse la madre. “ Questa valigia è pesante”. Lui la aiutò, sostenendo uno dei manici: era felice di esserle utile. Il padre procedeva gravato da

Manifesto del Viaggiatore

“Chi sono quelle persone che, come me, hanno scelto il viaggio come stile di vita? Chi siamo? Mi guardo in giro mentre viaggio il mondo e vedo una tribù di