– poesia –

Il mio cuore va a gettoni
puzza di chiuso
e quando si alza il vento
gli infissi mormorano e accusano

Con la voce dei persi
di chi non amo più
di chi mi è morto dentro
tra schegge polverose

E ancora risuonate
in queste quattro mura strette
io non vi dimentico
io vi disprezzo
ma vi compro ogni giorno

 

 

testo e foto di Marcello Piu

Rispondi

Related Post

EUGENIO COLORNI – IL MANIFESTO DI VENTOTENE II parte

“Il nostro sacrificio ha dato all’Italia pace, libertà, democrazia. Non dimenticatelo, per affrontare anche per noi le difficoltà e i pericoli di oggi.” ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia  

IN NATURA

C’è un piacere nei boschi senza sentieri, c’è un’estasi sulla spiaggia desolata, c’è vita, laddove nessuno s’intromette, accanto al mar profondo, e alla musica del suo sciabordare: non è ch’io

Quando la consuetudine sostituisce un piacere

Non viene anche a voi l’ansia quando si sta per avvicinare un evento come il compleanno di qualcuno, il Natale, un battesimo, la Pasqua o un anniversario? A me capita,