chanceedizioni@gmail.com

La fragilità delle certezze

La fragilità delle certezze

Il 23 febbraio è uscito il secondo romanzo di Raffaella Silvestri: La fragilità delle certezze.

Un salto nella vita di Anna, una trentenne svuotata della propria anima, priva di emozioni, inetta, mediocre, che va avanti nella sua vita chiedendosi quasi se valga la pena vivere.

Marcello, un altro cervello in fuga da quest’Italia poco appagante, si ritrova anche lui privo di spina dorsale e scappa verso una vita materiale.

Teo, alla ricerca di una soddisfazione, racchiuso nella sua casa di specchi, con la calma di un bradipo cerca di sollevarsi credendo nella speranza.

E poi Valerio, un uomo adulto, allo stesso tempo lontano e vicino alla generazione di Anna, violentato dai sogni ed affranto, che si accontenta della vuotezza di uno studio, ma ad un tratto qualcosa lo smuove portandolo alla ricerca di un sostegno.

La Silvestri ci porta nella vita di Anna e di chi la circonda, mostrandoci l’intimità dei personaggi; schiettamente li spoglia, mostrandoceli a crudo, tristi: vivono una tristezza creata dal mondo che hanno attorno, una Milano superficiale, una famiglia borghese dove a parlare sono le stanze e non le persone, dove è importante diventare e non essere.

Le pagine di questo romanzo sono una spietata critica all’Italia di oggi, desolata, deserta, povera, che spinge le nuove generazioni a non avere più aspirazioni, perché il nostro Bel Paese si è indebolito e così anche i sogni e le certezze delle persone.

Anna studia Lettere e quella laurea non la porterà a niente; allora cambia ed evolve in qualcosa di innovativo, eppure non risolve il tumulto che ha dentro e nemmeno riceve un sostegno da questo Paese che è casa.

L’Italia non viene percepita come punto fermo, e allora si fugge, si scappa via.

Le generazioni di ieri si disperano e quelle di oggi partono scoraggiate lasciandosi semplicemente andare.

Pagine fragili, come le ali di una farfalla.

 

di Chiara Viaggi

 

Per ogni approfondimento, visita il blog

http://iraccontidichiara.blogspot.it/

 

Rispondi