C’era una volta la prima volta

 

La prima volta che si è chiuso lo stomaco e la fame non esisteva, c’era solo il bisogno di vedersi.

La prima notte insonne a guardare le stelle fuori dalla finestra.

La prima volta che hai fatto uno “squillo” e hai avuto il cuore a mille fin quando non hai ricevuto risposta.

Il primo amore estivo.

Il primo bacio nei corridoi della scuola.

La passeggiata del primo appuntamento.

La prima volta mano nella mano.

La prima tachicardia, non da infarto, ma quasi.

Il primo brivido giù per la schiena e il ginocchio tremolante.

La prima volta nello stesso letto, stesi solamente.

La prima volta.

 

Sia mai che a forza di ricamare sui finali si perda, da qualche parte nella memoria, la parte migliore dello spettacolo.

 

di Ivo Tudgiarov

 

Pagina Facebook di riferimento

Educazione Sentimentale

 

 

di Rita Bernardi

Rispondi

Related Post

Risveglio

Danzano nel risveglio bagliori di sole a sorgere in lontananza tra gli arbusti, nel calice di un giorno che mi riempie di gioia e mi cammina il tempo in attimi

Pasteggiare

Non piango. Non rido. Sono ferma accanto al tempo, sospesa in un silenzio che avanza come deserto. Giro la testa dall’altra parte per non vedere la piaga, per evitare che

UNA NOTTE MAI ESISTITA

Una volta ti ho scritto una lettera. Avevo 13 anni la prima. Ormai più di 20 l’ultima. E ancora oggi mi viene istintivo mentirmi sull’età. Non volevo la leggessi, ti