…you’re still alive…

What’s the story behind the mask?
The broken bones, your demilitarized zones
and locked tomes inside empty homes
the covered mirror, the shards of glass?

What’s the story behind your eyes?
The thoughts you bred, the secrets you shed
about your woundead heart and where it lays
like hollow snake skins in your bed
and your raven?

Has he found a safe haven?
Was he beside you? Inked on your skin perhaps?
Or is he still lost? Looking for a lighthouse and its light shafts?
No matter what, he’ll soon find the way back home
but to make sure let’s build a bonfire… and piss on it, to make it shine

…and you’re still alive…
…and you’re not alone…

Qual è la storia dietro alla tua maschera?
Alle ossa rotte, alle tue zone demilitarizzate
ed ai libri chiusi dentro case vuote
allo specchio coperto, ai frammenti di vetro?

Qual è la storia dietro ai tuoi occhi?
Ai pensieri che hai allevato, ai segreti che hai perso
sul tuo cuore ferito e il dove sia caduto
lasciati come pelli-vuote dopo una muta-nel tuo letto
ed il tuo corvo?

Ha poi trovato un porto sicuro?
Era vicino a te, forse tatuato sulla tua pelle?
O è ancora perduto, alla ricerca di un faro e della sua luce?
Non importa, troverà presto la via di casa
ma per esserne sicuri costruiamo un falò… e pisciamoci sopra, per farlo splendere.

…e siamo ancora vivi…
…e non siamo soli…

 

testo e foto Marcello Piu

Rispondi

Related Post

Rendez-vous

Ti ricordi anche tu di quando si usciva di casa, si andava al campetto insieme alle quattro, con la merenda in tasca, i capelli sciolti, i calzoni corti. Ti ricordi

Di quale colore era l’inverno?

Dovremmo dove finisce il mare urtare l’occasione che s’abissa  tra le onde dall’alto dei seni chetare l’irrequietezza. La certezza disporla in granelle di maiolica dove resiste il colore dei tuoi

LA MECCANICA DEL CUORE

rubrica (D.)’ispirazione   Ispirare per ispirarci: quando le storie altrui ci spingono a scrivere e a scriverci.   Anche tu sei l’amore. Sei di sangue e di terra come gli