Per tre giorni

  Per tre giorni ho dimenticato di staccare il tuo nome dal mappamondo e di andare a correre al parco.   Per tre giorni ho ascoltato i tuoi silenzi scambiandoli per dei messaggi in codice, per una vicinanza che non ha luogo.   Per tre giorni ho aspettato le tue foglie d'autunno sul mio letto... Continue Reading →

Annunci

PENELOPE FUGGE LESTA

Seduta in un angolo di questa stanza, troppo grande per la mia anima solitaria, fisso il muro in un punto ben preciso: il tuo nome è appeso a un chiodo e lo osservo come se fosse la prima volta che lo vedo. Vorrei non averlo mai incontrato; o comunque non pronunciarlo mai più. Ho smesso... Continue Reading →

Dicono che ho solo parole in attesa

Poesie tristi Fragili Più sottili di un capello Un santuario di malinconie Allora mi invento favole e mi commuovo da me emergo da un fondale e recito felicità ovvia come il nocciolo di una pesca o un fiore di ginestra Poi cerco di parlarmi ,ma taccio Mi sbucherei fuori a volte a farmi una sorpresa,... Continue Reading →

Due parole sul Desiderio

“Perché accada qualsiasi evento c’è bisogno di una differenza di potenziale e ci vogliono due livelli bisogna essere in due, allora accade qualcosa […]. Un desiderio è costruire". Deleuze   Nell’enciclopedia della psicoanalisi di Laplanche e Pontalis, la parola DESIDERIO viene distinta da bisogno che è rivolto ad un oggetto e si soddisfa con esso... Continue Reading →

Editoriale Ottobre 2017

Odori di caldarroste e tepore a dita incrociate ore brevi e rosse. L’autunno si allunga sulla sera severa se è vera e consegna un regalo anticipato non di rito risolto. Sorridi _ un crepuscolo d’ambra tu fai come il sole quando rintocca la mezzanotte perdi una scarpetta di smalto ed io ti sfilo il nome... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑