Lontananze virtuali

È la chiusura dei portoni

ad evocare il fantasma

del tuo abbandono,

a trasformare in ghiaccio

ogni mia preghiera:

 

se oggi l’odore dei limoni

ti ricorda

il mio ridere, domani

potresti diventarne allergico –

la bella stagione

raramente ci ha salvati.

 

Solo quando raccogli

in una cesta le mie ansie,

il fiocco che le chiude

sgonfia i miei deserti

e un coraggio bianco si arrocca

fra i tuoi capelli,

sciogliendo di sole la mia paura –

 

ma è questo l’anatema

di chi non arrossisce:

le sue promesse fredde

mai saziano gli oceani.

 

 

di Eva Luna Mascolino

Segui Eva Luna racconta su Facebook

 

photo: Natalya Shumilova

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: