Prima che mi si gonfi il petto

 

Non chiedere prima che mi si gonfi il petto, perché certe parole crescono nel silenzio e non ci sono molliche prima che lieviti il pane.

La fretta di prendere è la paura di uno stomaco vuoto che lascia alla lingua il giudizio della sua sazietà.

Come dirtelo (ancora) che la mia voglia va contro questo tempo che ci sta attorno e che confonde, veloce, ogni sapore?

Io aspetto che la tua bocca mi riconosca olio di prima spremitura.

 

Visita il sito la bloggastorie

 

di Maria Teresa Barreca

 

foto: Donna Pasini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: