Incidente

Ho scritto più poesie

su di te che su tutti

gli dèi e le regioni

del mondo.

Te le ho nascoste

in una buffa liturgia

di non detti

e di camouflage,

ma si sono rovesciate

da un cielo bianco

di intenzioni

sulle tue mani.

Ed era così caldo

il tuo profumo,

così buona la pelle,

che si sono sciolte:

il tuo nome solo

è rimasto intatto,

in una bolla antica

di commozioni

irripetibili.

 

 

di Eva Luna Mascolino

 

photo: Veronique Carozzi

Rispondi

Related Post

ROSSOSANGUE

Di che colore sono, le donne? Io credo rosso-sangue. Il colore di tutto ciò che travolgono e di tutto ciò che le travolge. Il colore di quello che le infiamma

Le salutari tentazioni dei narratori in erba

RUBRICA ANIMA DI CARTA: Le salutari tentazioni dei narratori in erba   Più passa il tempo più mi convinco che non esistono ricette preconfezionate per chi scrive narrativa. Raccontare una

ERMINIA E ROMEO

    Erminia fissava il sole seduta su di uno scoglio: la sfera gialla, ancora rovente nonostante l’ora tarda, quel giorno l’aveva fatta pregare almeno una dozzina di volte che