chanceedizioni@gmail.com

Mese: Marzo 2018

Astrologia familiare

Il tema natale, al giorno d’oggi, è stato riconosciuto e rivalutato come un prezioso strumento di conoscenza personale, fonte continua di scoperta nello schiudersi sempre nuovo di aspetti che mai avevano catturato la nostra attenzione. Nella mia visione astrologica e nella mia esperienza personale ho riscontrato che ciò avviene quando, nel cammino dell’evoluzione, siamo pronti…
Leggi tutto

Preda

Non spegnere la luce sulle mie notti. Lascia che il buio passi… passi attraverso… attraversi.   Lascia che la luna illumini ancora questa notte buia buia di pace e dal nero resti abbagliata.   Se anche lei, come noi, chiudesse gli occhi di quanti altri silenzi ci nutriremmo?   È preda. Fuori, la luna è…
Leggi tutto

Riflettono nuvole grigie nel mare

Mi hai guardato per giorni fino a quando hai scoperto che, dentro ai miei occhi, c’era del verde.   Mi guardavi come se non ci fosse nulla, dopo. Quanto ho adorato quello sguardo talmente mio da averne paura.   Poi ho capito: avevi degli specchi che riflettono solo ciò che vedono. Se ci sei tu,…
Leggi tutto

Acquarelli Alchemici

Se tutto questo fare e lasciar fare fosse solo il mio andare a conoscermi basterebbe a se stesso. Nadia Sponzilli   Nell’acqua con i piedi e con le mani. Nell’acqua. Il sogno è fatto d’acqua e umidamente prende forma, storna, emancipa, risponde. Dipingere nell’acqua che ricorda – conserva – l’esperienza e la tramanda. Dipinti d’acqua…
Leggi tutto

Non oggi

Preferiremmo essere ciechi, a volte. Altre, finiamo per diventarci sul serio, e non vedere quelle cose che ci spaventano, che profetizzano l’ineluttabilità del tutto e la sua caducità. Così non scrutiamo. Così ci voltiamo, ci giriamo dall’altra parte e non prestiamo attenzione all’inevitabile e all’evidente visibile, ciò che ci è proprio davanti: manifesto. Di fronte…
Leggi tutto

LA BAMBINA CHE CANTAVA NEL VENTO

C’era una volta una bimba bella, dagli occhi luminosi e la fantasia alta come la luna in cielo. Ogni giorno se ne andava a spasso per i prati che circondavano la sua casetta fatta di mattoncini rossi, i muri, e di legno bianco, il tetto spiovente. Era felice come non mai finché, un bel dì,…
Leggi tutto