Tenerezza

ispirata alle poesie

Confidare di Antonia Pozzi

Ho tanta fede in te che durerà di Eugenio Montale

 

Ho tanta fede in te

sono i versi che vorrei leggerti,

ma tu sai che non posso

sai che manco

del senso cieco del vuoto

che per me è abbastanza

sederti a fianco,

e anche meno mi basta:

sul vociare di un pranzo

allacciare un istante i tuoi occhi

non giusti

non bianchi o neri

i tuoi occhi veri.

Vorrei dirti la tenerezza che provo.

Ci provo.

È lo stupore ingenuo

davanti al presepio meccanico

l’ombra larga del fico

il poco-tanto che ti dico

che ti ricordo per quando sei solo

sii gentile

ci possiamo riuscire”.

 

Pagina Facebook: Andrée

 

 

di Eugenia Nardona

 

photo: Selma Neudert

Rispondi

Related Post

Sola

Ha raffiche e diluvi sul viso, sormontati da strani ideali che come acquazzoni si integrano al paesaggio. Osserva di sghimbescio un ricordo e ne affina il gergo per dialogare con

L’amore è una colpa?

Quante volte ci siamo sentiti in colpa per esserci innamorati per l’ennesima volta della persona sbagliata? E quante altre ci siamo sentiti stupidi per non aver imparato dalle passate sconfitte

Le 12 leggi del Karma – seconda parte –

  Il tuo lavoro karmico interiore: leggi questo capitolo finché non ti rendi conto che devi interiorizzare questi principi ed esprimerli nella tua esistenza; scrivi ciò su cui devi lavorare.