Oltre

Ho raccolto il tuo sonno

in palmo di mano

a rabboccare la sete

di ri_conoscerti

oltre l’abbraccio

o il bacio,

oltre l’emozione.

E ho percorso il silenzio

in cerca di parole da donarti

per vincere il timore

di ammutolire

di fronte al tuo splendore.

Forte d’intensità

ma tenero d’intenti

questo amore

di una dolcezza antica

e delicata

posto tra mani incaute

può svanire.

Ritorno (a) (me_sta)sera

vinta dal desiderio

di ritrovarti

a risvegliarmi il giorno

in_canti di cicale

nell’esta(te) che porterà le Azzorre

sulle nostre finestre variopinte

e nel frutteti carichi di promesse

mature

succulente.

 

di Francesca Falco

 

photo: Ketty D’Amico

Rispondi

Related Post

Sulla strada della bellezza

(ascoltanto Simon & Garfunkel: El Condor Pasa inserita nella colonna sonora del film Wild)   All’alba il sole riscalda poco e davanti ci sono troppe miglia da percorrere. Il fiume

BAMBINI CHE NON NASCONO

Ci sono bambini che scelgono di non avere un corpo, se non per brevissimo tempo. A volte soltanto per il tempo necessario a informare la mamma della loro presenza. Sono

Tenerezza

ispirata alle poesie Confidare di Antonia Pozzi Ho tanta fede in te che durerà di Eugenio Montale   Ho tanta fede in te sono i versi che vorrei leggerti, ma