8volante

Ti ho graffiato un sorriso sulla schiena

Volevo farti ridere dietro

Volevo mi ballassi intorno

Volevo mi venissi incontro

Volevo mi restassi dentro

Come quando

a incrociarsi furono gli odori

di pelle

quella volta che eravamo più alti di tutti

e ci si respirava vicino

Come quando

a dirlo in poesia

eravamo soltanto in due

Io cercavo di raccontarli,

ma a ogni sogno detto

mi si chiudevano gli occhi

 

Scopri di più sulla pagina Facebook

 

di Helen Ester Nevola

 

photo di Victor Agostini

Rispondi

Related Post

Fernweh

Esistono parole che esprimono sensazioni di difficile comprensione. Esistono sensazioni che difficilmente si riescono a spiegare. Ci sono. Sono lì e ci contraddistinguono, ci segnano, addirittura arrivano a determinare certi

Il buio mi parla di te

Parto col dire che la luce non è qui; è, come dire, nascosta il respiro è terso la testa pesante la penna blu, elegante, dipinge sul foglio nell’alba di una

Aiuto. Ho paura delle malattie!

La paura delle malattie è la conseguenza di un progressivo distacco dall’ascolto del corpo e segnala il bisogno di ridare significato alla vita (… e alla morte). Chi ne soffre