La poesia è inutile

La poesia è inutile.

Solo chi è in cerca ne consulta

le domande

o ne spulcia le grida,

cavandone responsi

di irrequietezza

e seti di libertà.

Non l’hanno mai venduta

o industrializzata,

dopotutto:

orpello che nessuno indossa,

voce che nessuno vuole,

non racconta storie

come fa di solito l’arte,

né sentimenti o istanti.

La poesia è inutile.

Combina parole innocue,

che solo si accendono di sensi

per chi ai bivi, per strada,

rimane stordito.

Non rivela,

descrive.

Fotografa smarrimenti

analfabetici

e cartelli neri, o sembra

il canto muto

di chi in stazione prenderebbe

la prima vettura che passa –

basta che si veda il mare.

 

Pagina Facebbok: Eva Luna racconta

 

di Eva Luna Mascolino

 

photo: Veronique Carozzi

Rispondi

Related Post

15 versi

C’è un gioco che si compie nel ciondolarti al mio collo un’ipnosi o, ancora meglio, un tramonto a dirsi sorriso quando io non ne so fare.   C’è un profumo

Per non sentirsi sole

Le labbra delle donne sono come un campo da battaglia; alcune, rose luminose, sono promesse poi mai mantenute di conturbanti sentieri e abbandoni al peccato, mentre altre, arcigne, ti osservano,

Dacci un taglio

Arriva sempre un momento nel quale senti che devi eliminare una parte di te per andare avanti, per far spazio al nuovo e di conseguenza al sano. Arriva sempre e,