La poesia è inutile

La poesia è inutile.

Solo chi è in cerca ne consulta

le domande

o ne spulcia le grida,

cavandone responsi

di irrequietezza

e seti di libertà.

Non l’hanno mai venduta

o industrializzata,

dopotutto:

orpello che nessuno indossa,

voce che nessuno vuole,

non racconta storie

come fa di solito l’arte,

né sentimenti o istanti.

La poesia è inutile.

Combina parole innocue,

che solo si accendono di sensi

per chi ai bivi, per strada,

rimane stordito.

Non rivela,

descrive.

Fotografa smarrimenti

analfabetici

e cartelli neri, o sembra

il canto muto

di chi in stazione prenderebbe

la prima vettura che passa –

basta che si veda il mare.

 

Pagina Facebbok: Eva Luna racconta

 

di Eva Luna Mascolino

 

photo: Veronique Carozzi

Rispondi

Related Post

La luna dell’alba – parte VI°

LUNEDÌ 11 LUGLIO 2016 – Voglio raccontarti una cosa, voglio rispondere ad una domanda che mi hai fatto tempo fa a cui ho risposto solo in parte.      

15 versi

C’è un gioco che si compie nel ciondolarti al mio collo un’ipnosi o, ancora meglio, un tramonto a dirsi sorriso quando io non ne so fare.   C’è un profumo

Andrea e la malinconia

Carissimo Andrea, sto rientrando adesso da L’Aquila, un viaggio non solo fisico. Ci sono stata per girare un corto sulla dimenticanza, o almeno questo voleva essere il senso del lavoro.