Risveglio

Danzano nel risveglio
bagliori di sole
a sorgere in lontananza
tra gli arbusti,
nel calice di un giorno
che mi riempie di gioia
e mi cammina il tempo
in attimi d’intensa tenerezza.
S’illumina il cielo
a regalare in melograni
di vermiglia luce
la passione del giorno che viene,
vestito della stessa speranza
di chi attende dal mare in burrasca
il ritorno dei suoi pescatori
e come in un miraggio
li vede apparire.
Gioia e ri_nascita
uno srotolare la corona di spine
in grani di preghiere,
un cogliere dalle stelle cadute
l’incanto della notte
passata a veleggiare
un cuore in bolina.
Attimi di infinito
mi sovrastano;
presi dentro lo sguardo,
incredulo,
uni_versi  che mi riconciliano.

 

di Francesca Falco

 

photo di Ketty D’Amico

Rispondi

Related Post

Di quale colore era l’inverno?

Dovremmo dove finisce il mare urtare l’occasione che s’abissa  tra le onde dall’alto dei seni chetare l’irrequietezza. La certezza disporla in granelle di maiolica dove resiste il colore dei tuoi

Mein Her(t)z

Vorresti aver tutto sotto controllo ogni cosa al suo posto, pedine e un gioco di ruolo, ogni cosa in ordine, ma sempre in movimento per non lasciar la polvere, un

Le ali

“Vai! Prendilo”. L’urlo di incitamento del padrone aizzò il cane, un meticcio scuro e violento. L’animale si lanciò verso la preda, un vecchio gatto dal pelo ormai opaco e, in