Risveglio

Danzano nel risveglio
bagliori di sole
a sorgere in lontananza
tra gli arbusti,
nel calice di un giorno
che mi riempie di gioia
e mi cammina il tempo
in attimi d’intensa tenerezza.
S’illumina il cielo
a regalare in melograni
di vermiglia luce
la passione del giorno che viene,
vestito della stessa speranza
di chi attende dal mare in burrasca
il ritorno dei suoi pescatori
e come in un miraggio
li vede apparire.
Gioia e ri_nascita
uno srotolare la corona di spine
in grani di preghiere,
un cogliere dalle stelle cadute
l’incanto della notte
passata a veleggiare
un cuore in bolina.
Attimi di infinito
mi sovrastano;
presi dentro lo sguardo,
incredulo,
uni_versi  che mi riconciliano.

 

di Francesca Falco

 

photo di Ketty D’Amico

Rispondi

Related Post

Un amore delle meraviglie

Sorgi, bimbo è nato il Mondo grida tra le braccia di questa Madre ti ha lavato ogni giorno con il sangue degli altri e ora t’affacci alla finestra mentre le

UNA NOTTE MAI ESISTITA

Una volta ti ho scritto una lettera. Avevo 13 anni la prima. Ormai più di 20 l’ultima. E ancora oggi mi viene istintivo mentirmi sull’età. Non volevo la leggessi, ti

Quelle dita tra i capelli – parte quinta –

    Dormivi, al mio fianco. In quella stanza d’albergo in cui ci rifugiammo per la pioggia battente. Sembrava fossimo in fuga da un mostro famelico in grado di ucciderci