Riflettente

Irrimediabilmente parte
senza l’arte
che ci contraddistingue.
Inevitabilmente pianeti
su un’orbita

meteoriti pronti alla collisione.

Che tramonti il sole!

È mia la notte
e l’attendo
con trepidante attesa come quando,

con gli occhi di una bambina e il cuore di una rosa,
guardavo il cielo notturno
esprimendo un desiderio.
Ad occhi chiusi
sperando in una cometa
rifiutando la certezza
di vederla passare o meno.

Tramontate stelle!

Mia è l’alba
e io la rappresento
in ogni sua sfumatura
come quando, piano, mi stendo sull’acqua
e illumino il mare
lasciando che il mondo sogni
specchiandosi in me.

 

di Claudia Grillea

 

 

photo di Veronica Carozzi

Rispondi

Related Post

X-XX-XXXX

Gennaio si svolgeva lungo lo sbadiglio di un gatto nero, e un ‘miao’ luminoso come lava si stagliava contro il muro della cucina. Tutto era arancio e rosa, ed ovunque

Un amore delle meraviglie

Sorgi, bimbo è nato il Mondo grida tra le braccia di questa Madre ti ha lavato ogni giorno con il sangue degli altri e ora t’affacci alla finestra mentre le

UNA NOTTE MAI ESISTITA

Una volta ti ho scritto una lettera. Avevo 13 anni la prima. Ormai più di 20 l’ultima. E ancora oggi mi viene istintivo mentirmi sull’età. Non volevo la leggessi, ti