chanceedizioni@gmail.com

Blog

Il nemico

Riflessa in uno specchio vedo il mio peggior nemico fissarmi con intensità. Gli occhi, di un colore che non saprei descrivere, non solo non mollano la presa ma, anzi, si dimostrano fermi nell’intenzione di non abbassare la guardia per primi. Li conosco da sempre, dal primo giorno in cui apparvero dopo IL GRANDE FATTO, eppure…
Leggi tutto

Il concetto di perfezione – seconda parte –

Si diceva che niente è perfetto. Basta guardarsi intorno per capire che la perfezione non esiste. I libri fuori posto sono un’imperfezione, la bottiglia d’acqua mezza piena è un’imperfezione, perfino un’unghia tutta mangiucchiata è imperfezione. Eppure, io, in quella imperfezione, ho sempre tentato di trovare la perfezione. Già, questa parola così astratta ha racchiuso cinque…
Leggi tutto

Aurora pallida

Travalicare onde timide Salpare sull’ultima sponda Dirigere la nave Poi mischiare la propria schiuma Sulle rive ondose e frastagliate Fingere una calma piatta Trovare la pace dove c’è la guerra Tingere i propri occhi col mare Inumidire le labbra Dire addio È l’aurora   testo e foto di Lucia Soscia   L’aurora pallida del ritorno…
Leggi tutto

Non accordiamoci

Prendiamo uno strumento a caso e facciamo. Facciamo che si suona all’unisono, in concerto con, solfeggiando e prendendo fiato tra le righe. Facciamo che gli spartiti dirigono, e che noi ubbidiamo. Facciamo un gioco che dura finché lo sappiamo, e poi ce ne dimentichiamo. Come al risveglio, quando non sono al mare, coi miei sogni.…
Leggi tutto

105 giorni

Ho chiesto spiegazioni anche quando ai fatti una spiegazione non c’era. L’ho chiesto perché speravo di sentirmi dire che non era vero che non andavo bene. Che non era vero che ero troppo. Che tenermi non era impegnativo. Non capivo e tutt’ora non comprendo come sia possibile tornare a dormire sonni tranquilli quando un bacio…
Leggi tutto

I regali

“È caduta nel fiume”. La voce della bambina era incrinata dal pianto.  Seguì di corsa la bambola: le era sfuggita di mano, mentre giocava con lei lungo il fiume. Ma quella, trascinata dalla corrente, cominciava a intridersi d’acqua. La bambina inseguiva sgomenta il corpo di pezza, quei capelli rossi di lana. “È colpa mia se…
Leggi tutto

Scrivere a tempo

Che cazzo devo scrivere? Ho pensato di tornare un po’ nel passato, a valutare. A vedere se è possibile dare luce a qualcosa di vecchio e di dimenticato. Squattrinato di sentimenti, magari fallito. Non considerato nella maniera becera che la società t’impone. Voglio lasciare che le dita facciano il loro corso, magari facendo(mi) del male,…
Leggi tutto

Editoriale Ottobre 2018

Cos’è l’Arte? La radice ar- in sanscrito significa andare verso, e in senso più ampio definisce la capacità di adattare, fare, produrre. Prendiamo ora il significato che si trova sui vari dizionari della lingua italiana.   Qualsiasi forma di attività dell’uomo come riprova o esaltazione del suo talento inventivo e della sua capacità espressiva.  Qualsiasi…
Leggi tutto

Ciò che ispira i cigni

Come i nastri delle ballerine sono le luci costiere in mezzo al mare, di spirali i loro ondeggi al nero espresso dell’immenso danno gli ultimi segnali della civiltà, e qui penso:   lì c’è una strada, c’è attività, ci sono donne che tengono per mano i bambini, nelle ultime ore della loro veglia, lì c’è…
Leggi tutto

La separazione coniugale – (prima parte) – esperienza vissuta

Il mio viaggio alla scoperta di me è iniziato parecchi anni fa, attraverso un evento che ha segnato un doloroso spartiacque nella mia vita: la separazione coniugale. Attraverso la mia separazione coniugale ho avuto modo di affrontare dolori antichi, distacchi prematuri infantili, lutti giovanili, e ogni più piccola paura, fragilità, vulnerabilità che la corazza emotiva…
Leggi tutto