chanceedizioni@gmail.com

Categoria: numero 22

Parte V: Luna dell’alba

Racconto a capitoli La luna dell’alba Inquietudine di mille farfalle notturne. LUNEDÌ 11 LUGLIO 2016   Parte V: Luna dell’alba Capire una persona dopo la sua morte è difficile, è come voler analizzare una stella dopo che si è spenta, un fiore dopo che è appassito.                                                                                    Elena mi raccontò di come le lettere che…
Leggi tutto

SIGILLO

Ho davanti un’incertezza. Ed il mio mondo è piccolo. Mi hai chiamata con un nome che in una cartolina aveva un senso, perché accompagnava una promessa. Io mi son voltata e l’ho accarezzata piano. Poi hai sollevato un velo e, sotto, in vista o ben celate, hai saputo cogliere le mie paure. Alcune erano radicate…
Leggi tutto

Portale Personale

Non c’è un’età specifica per l’apertura del proprio Portale Personale. Esiste tuttavia la tua presenza, e questa è la parte fondamentale. Il mio Portale Personale si è aperto completamente all’età di 51 anni attraverso la canalizzazione del Ram. Da quel momento è iniziato un continuo fluire di intuizioni e di manifestazioni visive (vedo ciò che…
Leggi tutto

Sghimbesci

Siamo sguardi distorti, noi: Angoli sghimbesci da cui facciamo capolino di nascosto alle ore più disparate del giorno e della notte solo per vedere se, sul selciato, vi siano orme. Perché noi le orme le temiamo come temiamo i passi che le hanno prodotte; ché se fai un passo vuol dire che percorri luoghi, strade,…
Leggi tutto

Cogito et volo

Hai sofferto tanto, Veronica. Hai lottato con i denti e con le unghie pur di essere qui. Sei stata forte, forse troppo, come troppo spesso sei rimasta sola con i tuoi pensieri. La tua mente girovaga per mete straordinarie, ma impossibili da realizzare. Sei una pura sognatrice. I ricordi non li scordi mai e il…
Leggi tutto

Roads to nowhere

Fuggo la mia notte, la mia notte arriva comunque. Sfinteri spirituali e vacue promesse sono il pane quotidiano di bocche senza denti. Sfamarsi non risolverà il problema. Il problema come la notte ritorna, sempre. La sacra orrenda fogna fagocita ancora e ancora, ha fame dei sogni rimasti e mangia e mangia. Mangia e sogna sogna…
Leggi tutto

Ritratto

Le case viste da lontano sembrano draghi o catene montuose – e tu da lontano sembri un pilastro di pugnali d’acqua: non ti guasta una carezza, ma ti salva, sei un aereo che decolla quando dormi, un reticolo di desideri satelliti si alterna nel palcoscenico dei tuoi occhi e ti si spegne addosso la paura…
Leggi tutto

Il posto vuoto

Sto percorrendo dopo un anno quella strada che ci ha visto ridere insieme come bambini davanti a un cuscino di zucchero filato. La ricordi, vero? Una lunga linea che si snoda sinuosa tra filari di alberi di mandorli dai rami carichi di fiocchi bianchi – fecondi alberi di Natale fuori stagione. Avrebbe potuto portare ovunque,…
Leggi tutto

Le donne di luce

Erano tutte in strada. Erano un mare di donne bianche d’abiti nunziali. Un raduno luminoso, fine a se stesso, un passaparola di luce, un contagio d’intenzione. Un lieve ronzio ed eccole sciamare. L’avrebbero ricordato in tanti, o forse nessuno, come un mistero chiaro. Donne di luce. Spose celebrate, di secoli passati o quelle preannunciate, appena…
Leggi tutto

Assoli

Non me la sono cavata mai a fare gli assoli improvvisati o già disegnati preferivo accompagnarti sai tra una melodia e due soli ardenti di gocce di risate sotto i baffi Non me la cavavo mai con gli assoli i tuoi occhi eran due riflettori uscivan singhiozzi dalle dita, dalle corde come una parola timida…
Leggi tutto