aspett(ativ)a

Scende come un fiotto, Anna, con i suoi tacchi argento da un’auto nera. Lui non l’accompagna, resta al volante con le parole ancora in moto e i desideri che rinascono appena lei s’allontana. Anna tiene con sé la serata, anche se ancora non ne ha capito l’origine. Le dinamiche la divertono da sempre e, a…
Leggi tutto