chanceedizioni@gmail.com

Tag: natura

DESERTIFICAZIONE

La definizione attualmente accettata dalla comunità internazionale è quella proposta dalla UNCCD che definisce la desertificazione come: “degrado delle terre nelle aree aride, semi-aride e sub-umide secche, attribuibile a varie cause, fra le quali variazioni climatiche ed attività umane.” Quando si parla di desertificazione non ci si riferisce all’espansione naturale dei deserti, ma a quei…
Leggi tutto

IN NATURA

C’è un piacere nei boschi senza sentieri, c’è un’estasi sulla spiaggia desolata, c’è vita, laddove nessuno s’intromette, accanto al mar profondo, e alla musica del suo sciabordare: non è ch’io ami di meno l’uomo, ma la Natura di più. Christopher McCandless (Emile Hirsch) INTO THE WILD Hanno angoli taglienti le pietre, come certi ricordi. Seduta…
Leggi tutto

FAUSTO e ISABELLA salvano il nostro futuro

Un cartoccio ingiallito e spiegazzato di carta di giornale, fra le mani un po’ tremanti, segnate da una vita di lavoro, rugose e deformate, cotte dal sole e dalla fatica. Dentro, piccoli semi: capsule tonde, oblunghe; sono il suo tesoro raccolto qua e là nel continuo vagabondare. La vita di città sta stretta a Fausto.…
Leggi tutto

Editoriale

Ventidue pensieri si ritrovano ogni mese, salendo su carrozze distinte di un unico treno. Viaggi che cambiano la vita senza rendersene conto, partono senza immaginare neanche un po’ chi sono. Seppur fisicamente distanti si incontrano, confrontano e mescolano cultura, fiaba, politica, natura, solitudine interiore ed attualità come ad un corso di cucina. Hanno tutti una…
Leggi tutto

Sorgiva

“Acqua azzurra acqua chiara con le mani posso finalmente bere” Negli anni 70′ il grande poeta/cantante Lucio Battisti magnificava il grande dono dell’acqua, ci raccontava il suo piacere di bere il liquido cristallino che è la base della sopravvivenza di tutti gli esseri viventi. Trasparente, cattura il riflesso del sole che si riflette sulla sua…
Leggi tutto

Il Cielo

Avevo otto anni quando mi piaceva fare un gioco con il mio papà, moltissimo. Ci sedevamo sul balcone a guardare il cielo e fantasticavamo su quelle morbide nuvole bianche che apparivano leggere nel turchino. Ci inventavamo storie di principesse e di cavalieri, di regine e di guerrieri, seguendo quelle morbide nuvole che modificavano la loro…
Leggi tutto

Natura

Selvaggio non è chi vive in Natura. Selvaggio è chi la distrugge. Mi meraviglio quando, ogni mattina, apro la finestra ed ammiro il grande dono del creato: il cielo ogni volta diverso. Si susseguono su questo schermo toni turchini e grigi pumblei, gli arancioni/rossi del tramonto, i viola/rosa dell’alba. Si dice che, se si potessero…
Leggi tutto