chanceedizioni@gmail.com

Tag: Poesia

Sonetto dell’amore oscuro

Ho paura di sfiorarti, per caso, farti cadere come un ramo si spezza, un mi cantino si sfila dalla paletta e fischia dalla chiave strisciando. Ho paura che tu venga qui invano, e trattenere tutto in un penna nera, affacciato sulla città alla finestra mentre scorre il torrente strisciando. Mi dirai: ”Sciocco, è una patologia”…
Leggi tutto

La poesia è inutile

La poesia è inutile. Solo chi è in cerca ne consulta le domande o ne spulcia le grida, cavandone responsi di irrequietezza e seti di libertà. Non l’hanno mai venduta o industrializzata, dopotutto: orpello che nessuno indossa, voce che nessuno vuole, non racconta storie come fa di solito l’arte, né sentimenti o istanti. La poesia…
Leggi tutto

…dentro la terra di rosso vestire…

Son morta sei volte una volta ma non è questo che conta macerie di padri dissesti tremava la terra calore di cellule da dissodare il mutarsi di vite ferite vessillo d’umana adempienza l’essere femmina cammina trecce nei campi sul capo nel pane volute di fumo roghi stregati la salvia dentro alla gonna è un sipario…
Leggi tutto

Ombra

Non chiedetemi da dove arriva la tristezza se schiude corolle o disseta la morte. Lei mi chiede parole per coprire i tuoi occhi, se morirò cos’ha da domandarmi ancora quell’ombra? Gettate i miei giorni felici e poi ancora le mani ferite portatele al cuore. Si è spezzata la voce ed è maturo il grano. Sono…
Leggi tutto

Amore pioniere

Ricercatori eterni provenienti dal Cosmo, figli di un Universo impalpabile, in Vite e anime assetate d’immensità, esploratori erranti, pionieri di viaggi ancestrali, torneremo all’origine maturi e pulsanti d’amore.   Pagina Facebook: Ste.ca L’immagine & il Disegno.   di Stefania Carta   photo: Selma Neudert

15 versi

C’è un gioco che si compie nel ciondolarti al mio collo un’ipnosi o, ancora meglio, un tramonto a dirsi sorriso quando io non ne so fare.   C’è un profumo legnoso una fragranza di spezie e mirto come in rioni e mercati vado in cerca d’occhi che siano narici.   Non vuoi che ti domandi…
Leggi tutto

Editoriale – numero 23

Questo tempo manca di poesia. Esiste un numero incalcolabile di poeti, ma la poesia non è sufficiente al fabbisogno mondiale. Dobbiamo guardarci indietro e capire dove sia stata persa. Dobbiamo riscoprirla, ridefinirla, chiederci se ancora siamo capaci di riconoscerla, di apprezzarla, di emozionarci. Dovremmo vedere la poesia nei piccoli gesti, nella quotidianità delle cose, invece…
Leggi tutto

Padre Nostro

A memoria vestire le mani nude alzate come rami spogliati l’assenza al cielo che piange di malinconie fredda la fragilità in un silenzio che tace di ricordi le rughe del mattino così che posso scrivere una poesia triste e dimenticare un padre nostro sui gesti di questa città che aspetta parole con me sul bordo…
Leggi tutto

Un solo giorno

Il bimbo aprì gli occhi ed era passato molto tempo. Da solo si creò un amico, con lui giocava e rideva.   A tratti sentì che qualcosa non andava, mancava un pezzo: non dormiva e, nei giorni a seguire, il vuoto che avvertiva era sempre più forte. Si  chiese da dove fosse venuto, chi era,…
Leggi tutto

Esiste

Esiste un sentiero tra gli alberi che respira di note plasmate sull’erba come dipinti tracciati sui muri dall’impronta dei corpi al tramonto. Tienimi la mano resta ancora, come l’odore della notte che addolcisce le tempie, sono la danza che imparammo insieme. Scorre tra gelsomini selvatici e stupore linfa di bosco resina odorosa. Intorno a noi…
Leggi tutto