chanceedizioni@gmail.com

Tag: racconto

Il nemico

Riflessa in uno specchio vedo il mio peggior nemico fissarmi con intensità. Gli occhi, di un colore che non saprei descrivere, non solo non mollano la presa ma, anzi, si dimostrano fermi nell’intenzione di non abbassare la guardia per primi. Li conosco da sempre, dal primo giorno in cui apparvero dopo IL GRANDE FATTO, eppure…
Leggi tutto

Par pu’ lil – parte prima –

Racconto a capitoli PAR PU’ LIL – LA COLLINA DEI FUMETTI –   “Ogni  Mattina sulla collina ogni Mattina sotto la collina ogni   Mattina   ogni   Mattina.” Aveva sempre visto Par Pu Lil da quando aveva memoria, il salice piangente sopra l’alta vallata del fiume. I suoi amici li aveva conosciuti proprio sotto le fronde…
Leggi tutto

Le ali

“Vai! Prendilo”. L’urlo di incitamento del padrone aizzò il cane, un meticcio scuro e violento. L’animale si lanciò verso la preda, un vecchio gatto dal pelo ormai opaco e, in quel momento, irto di paura. Lui capì di non poter fuggire. E si preparò a fronteggiare il pericolo, sfoderando le unghie  verso gli occhi foschi…
Leggi tutto

IL PAPAVERO ROSSO

C’era una volta, arroccato sulla cima di una montagna, un piccolo paese perennemente avvolto da una leggera nebbia grigia e fumosa, come in una morbida coperta di lana. Lo stato perenne di foschia aveva generato nel corso dei secoli uno strano fenomeno: i colori, ormai sbiaditi, se ne erano andati via lasciando il posto solo…
Leggi tutto

I capelli

Si erano conosciuti da bambini. Abitavano a due portoni di distanza, stessa scuola elementare e le loro famiglie che si frequentavano la domenica. Poi l’adolescenza, le prime attrazioni nel guardarsi diversi, l’incertezza del proprio aspetto, la timidezza potente e il rossore sulle guance. Infine, diventarono consapevoli che quello era proprio amore. “Siete troppo giovani” dicevano…
Leggi tutto

HAI MAI PENSATO?

Hai mai pensato a come sarebbe andare via? Non per un giorno, non per un anno. Via. Semplicemente. Una valigia con dentro un paio di cose: delle scarpe e un peluche; le foto no, quelle non ti servirebbero nella tua nuova vita. Via. Io ci ho pensato, e spesso. La mia nuova mattina inizierebbe come…
Leggi tutto

Il Tempo

“Raccontami, nonna”. La vecchia sorrise alla nipote. Le piaceva averla accanto, a chiederle storie passate. Le carezzò il capo. Quella ragazza cresceva ogni giorno, si disse la vecchia. E, guardandola, vide la donna che sarebbe stata. Ma nell’ammirarle il viso, la vecchia si confuse. Assomigliava così tanto a sua figlia. La donna si aggrappò ai…
Leggi tutto

Conti i passi

Conti i passi, conti le strade. Conti le ore che passano, le gocce che prendi. Conti gli amori passati – due, tre volte – che nei ricordi non ne sfugga nessuno. Conti la paura che ti separa dall’azione; conti i colpi che hai ricevuto e quelli che non sei riuscita a dare. Conti le dita…
Leggi tutto